Categoria: Percezioni

La pandemia come “portale” verso un apparato di sorveglianza totale: dalla scrittrice indiana Arundhati Roy alla premier islandese Katrín Jakobsdóttir, esempi e testimonianze nel mondo

Diversi esempi e testimonianze al livello internazionale ci ricordano quale ottima palestra sia la pandemia per gli stati securitari e quale “dono” per gli stati autoritari.

Continua a leggere

La madre di Eva di Silvia Ferreri ovvero l’imperdonabile madre transfobica

La madre di Eva, uno dei romanzi finalisti allo Strega, ha questa particolarità: finge di essere aperto, laico e di ampie vedute, mentre nasconde una feroce visione cattolica. La reazione dell’autrice davanti alla critica dimostra, una volta di più, che la narrativa di oggi non intende concedere alcuno spazio all’interpretazione del testo da parte del lettore.

Continua a leggere

A chi e perché dà fastidio l’analisi dei dati sui decessi Covid?

È orrendo e cinico parlare di morti come se il loro numero, maggiore o minore, distribuito in un modo o nell’altro, dovesse avvalorare qualche tesi, nostra o di altri; eppure, cercare e pretendere la verità, la verità dettagliata, i numeri spiegati, è doveroso, lo è sempre, e non implica mai una mancanza di riguardo verso nessuno.

Continua a leggere